La ciclabile per Cavatigozzi si fa, fallisce l’accordo di Perri

La pista ciclabile Cremona-Cavatigozzi si fa, giurano in Comune, ma sarà proprio l’amministrazione a realizzarla, perché l’accordo con un privato, siglato due giorni prima delle elezioni dall’ex sindaco Oreste Perri, aiuta l’imprenditore ma non i cittadini. Infatti il privato ha avuto la possibilità di scegliere se costruire una parte della pista ciclabile nel quadro dei lavori previsti da una lottizzazione, oppure versare dei soldi al Comune. E sembra che l’imprenditore preferisca, come lecito, pagare anziché costruire la ciclabile, che secondo i programmi dell’era Perri sarà realizzata in tre lotti.
Oggi il consigliere Federico Fasani (Ncd), ex assessore all’urbanistica di Oreste Perri e attualmente all’opposizione, ha sostenuto che il progetto della pista non esiste nemmeno. Gli assessori Andrea Virgilio e Alessia Manfredini poco fa hanno inviato un comunicato di smentita: il progetto c’è, anzi, come aggiungono la ciclabile sarà costruita: “Siamo pronti a partire”.
L’opera è strategica, perché collega la frazione circondata, se non assediata dall’area industriale, con il centro abitato cittadino. Si può andare a lavorare in bicicletta, con un viaggio di due o tre chilometri, lasciando a casa l’auto. Il percorso, senza una pista protetta e sicura, è pericoloso: ci sono stati due incidenti mortali in via Milano negli ultimi anni, vittime una ciclista e un motociclista, quest’ultimo proprio sul percorso dove la pista non c’è.
Per i cittadini la ciclabile è un simbolo oltre che un’infrastruttura preziosa: Cavatigozzi non può restare un agglomerato di case dove, per una parte dei residenti, la vita è complicata dalla presenza di industrie sottoposte alla direttiva Seveso e controllate dall’Arpa per i rumori e le emissioni inquinanti. Le abitazioni valgono sempre meno, complice la crisi economica e dell’immobiliare che dura che da più di un lustro. Vale la pena di restare a vivere a Cavatigozzi? Di trasferirsi e comprar casa nella frazione, che un tempo era in zona verde e agricola? Si può chiamare progresso questo?
Il Comune di Cremona vuole comunque costruire la pista ciclabile, in parte a proprie spese, e investire su Cavatigozzi. I due assessori Alessia Manfredini e Andrea Virgilio, entrambi del Pd, hanno dato mediante il comunnicato questa spiegazione: “Sulla ciclabile Cremona-Cavatigozzi è in atto una importante interlocuzione con il privato che recentemente ha manifestato la volontà di non procedere alla costruzione dell’opera e di monetizzare gli oneri previsti. Questa volontà non mette in discussione la realizzazione della pista ciclabile, per la quale noi abbiamo il progetto e siamo pronti a partire, ma mette in discussione l’impianto costruito dalla precedente Amministrazione che ha concesso tre anni di tempo al privato in piena campagna elettorale senza avere la certezza del buon esito dell’operazione. Lo abbiamo sempre detto e lo ribadiamo: la pista ciclabile Cremona-Cavatigozzi è un obiettivo di mandato di questa Amministrazione. Stiamo intensamente e seriamente lavorando per realizzarlo”.

[Nella foto, a sinistra Federico Fasani e a destra Oreste Perri, accanto al cartello di via Milano]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...