Discarica a Grumello, il consiglio comunale non si può convocare

La capogruppo di minoranza Mara Gandini ha chiesto stamattina al sindaco Fabio Scio, con una lettera protocollata, di convocare il consiglio comunale con urgenza, inserendo all’ordine del giorno un punto: “Trasparenza riguardo le tematiche della discarica”. Si tratta della discarica di rifiuti d’acciaieria proposta da Cremona Ecologia, sulla quale l’ultima assemblea si è divisa tra chi, come il comitato “Salviamo il territorio”, avrebbe voluto presentare un ricorso al Tar già quest’anno, dopo il parere positivo dell’ente Provincia alla Valutazione d’immpatto ambientale della discarica, e chi come il sindaco intende invece attendere che l’eventuale Autorizzazione integrata ambiantale venga rilasciata.
Non ci sono però riunioni di consiglio comunale in vista. Il sindaco, che nei Comuni con meno di 12mila abitanti svolge la funzione di presidente del consiglio comunale e ha il compito di convocare, non ha accolto la richiesta di Mara Gandini capogruppo di “Rinnovare Grumello”.
Il testo unico degli enti locali, art. 39 comma 2, spiega che il presidente del consiglio comunale o provinciale è tenuto a riunire il consiglio, in un termine non superiore ai venti giorni, quando lo richiedano un quinto dei consiglieri, o il sindaco o il presidente della provincia, inserendo all’ordine del giorno le questioni richieste”.
Nella richiesta protocollata stamattina figura una sola firma, quella della capogruppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...