C’è più lavoro in provincia grazie alle donne

C’è più lavoro, grazie a duemila posti in più grazie all’incremento dell’occupazione femminile, ed è più stabile. I dati sul mercato del lavoro resi noti dall’amministrazione provinciale, basati sulle statistiche Istat dal 2013 al 2015, disegnano un quadro roseo dell’occupazione in provincia di Cremona, capace di superare da due anni la stessa media regionale nel settore più critico, quello dell’occupazione giovanile fra i 18 e i 29 anni. Infatti nel 2013 i più giovani trovavano lavoro in provincia con maggiori difficoltà che in Lombardia, dove l’occupazione era più elevata di due punti percentuali (48,1 rispetto a 46,2). Nel 2015 la situazione si è ribaltata, e in provincia la percentuale è 48,4 rispetto al 45,7 regionale.

Complessivamente gli occupati nel 2015 sono 153mila, dato quasi uguale al 2014, ma in crescita sul 2013, con più di duemila lavoratori in più, l’1,4% del totale. Il 58% dei lavoratori è di genere maschile ma in diminuzione di mille contratti all’anno fra 2014 e 2015, proprio mentre aumentavano le assunzioni femminili. Anche per questa tendenza, Cremona si differenzia dall’andamento del mercato del lavoro regionale.

L’effetto del Jobs Act si nota nel confronto tra le nuove assunzioni del 2015 rispetto a quelle dell’anno precedente e l’amministrazione provinciale calcola oltre tremila assunzioni a tempo indeterminato in più sul 2014. L’incremento di questo tipo di contratto è del 45%: sul totale, i dipendenti a tempo indeterminato sono cresciuti dal 18 al 23%. Le statistiche sulla disoccupazione – 11mila persone nel 2015 su 360mila abitanti con un tasso del 6,9 – dimostrano però che rispetto agli anni 90 o all’inizio del decennio scorso la crisi occupazionale non è finita. Allora, la disoccupazione era all’incirca della metà. Tra gli avviamenti al lavoro, l’aumento maggiore è tra le professioni non qualificate: c’è più occupazione anche tra le professioni qualificate. Tra i settori, crea più lavoro l’industria, nell’agricoltura gli occupati diminuiscono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...