Arvedi ricorre al Tar, l’ente Provincia si contrappone

 
CREMONA L’acciaieria Arvedi ha presentato ricorso al Tar di Brescia per ottenere l’annullamento della diffida emessa il 22 marzo dall’amministrazione provinciale. Precisamente, il dirigente del settore ambiente, agricoltura, caccia e pesca Andrea Azzoni, dopo aver ricevuto una relazione dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, aveva diffidato con il decreto numero 572 l’industria siderurgica di via Acquaviva a rispettare le norme stabilite dall’autorizzazione per il funzionamento dell’attività. Le irregolarità rilevate dall’Arpa erano in tutto 49, fra le quali i fumi diffusi, non trattati dai sistemi di captazione, ed emessi attraverso i lucernari. Il vicepresidente della Provincia Davide Viola ha firmato la delibera con cui l’ente si costituisce in giudizio per tutelare pienamente ogni diritto e ragione dell’Ente, e vedere così confermata, in sede processuale, la piena legittimità dell’atto adottato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...