Discarica abusiva con amianto sfaldato

Una discarica abusiva è stata trovata dai carabinieri di Casalmaggiore a Torre de’ Picenardi, sul terreno di una ditta chimica bergamasca, che in provincia di Cremona ha ormai cessato da anni l’attività, per proseguirla solo nel capoluogo orobico. Lo stabilimento di via Cavagnari è chiuso, ma non in modo tale da impedire l’ingresso anche con mezzi a motore. La via confina con la campagna è si trova all’estremità del paese, lungo la strada che porta alla frazione Pozzo Baronzio. E’ stato possibile a persone ancora ignote scaricare rifiuti di vario genere, in parte all’interno e in parte fuori: si tratta di resti di attività edilizia, contenitori in plastica di sostanze chimiche ma anche amianto e in quantità ingente, sfaldato ed esposto all’aria, con il rischio che il temibile elemento venga rilasciato nell’ambiente circostante con grave danno degli esseri viventi. La discarica abusiva è stata notata da alcuni abitanti e da Giuseppe Spinelli, del circolo dei Fratelli d’Italia di Piadena. La stessa amministrazione comunale ha segnalato di propria iniziativa all’Arma la discarica fuori controllo. Dopo un recente sopralluogo dell’Asl, per una verifica sui rischi per l’incolumità pubblica, sono intervenuti ieri i carabinieri e il sindaco Mario Bazzani.

I militari dell’Arma, viste le relazioni tecniche dell’Asl e dell’Arpa, hanno chiesto al sindaco di emettere rapidamente un’ordinanza e alla magistratura di procedere con il sequestro dell’area e l’apertura di un’inchiesta: due i denunciati, la ditta bergamasca e una persona comproprietaria del terreno. Fra le eventualità, potrebbe entrare nello stabilimento dismesso anche chi è inconsapevole della mancanza di sicurezza, trovando varchi e porte rotte e salga al primo piano, col pericolo di cadere. Dopo l’ordinanza del sindaco sarà possibile avviare la procedura per la bonifica, nel frattempo l’Arma di Casalmaggiore, il cui comandante in questo periodo è il capitano Alessandro Placidi, eseguirà ulteriori approfondimenti tecnici. L’auspicio è che i due comproprietari siano disponibili ad accelerare i tempi per il risanamento dell’area.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...