Progetti per i giovani, sono subito critiche

CREMONA Nelle ultime due settimane la giunta Galimberti ha reso noti due nuovi progetti, entrambi rivolti in particolare ai giovani: la cittadella dello studente nel complesso della biblioteca e del museo civico, con il trasloco dell’Informagiovani e del centro fumetto Andrea Pazienza, e un costo di 800mila euro per la ristrutturazione di palazzo Affaitati, e poi la trasformazione dell’ex mercato ortofrutticolo, dove accanto al centro del riuso, già annunciato da tempo dall’assessore Alessia Manfredini, troverà posto anche una sala per i giovani, oltre alla sede dell’associazione Emmaus.

E c’è l’ipotesi che sarebbe questa la futura collocazione dei centri sociali cremonesi, che la giunta intende ridurre da due a uno solo. A Luigi Amore, del centrodestra “spiace che la giunta non abbia presentato queste progettualità corredati da numeri che dimostrino l’effettiva necessità di questi interventi, e che non ci sia stato alcun passaggio nemmeno nelle commissioni. Curiosamente, invece di riposare, la giunta d’estate è uscita con nuove idee”. Critiche alla riorganizzazione degli spazi pubblici arrivano anche da Claudia Cremonesi, consulente dell’ex candidato sindaco della Lega Alessandro Zagni, che nota la contraddizione di una cittadella dello studente con all’interno un museo e di una sala musica vicino a un centro per il riuso dei rifiuti. Se Cremona vuol essere una città della musica, si può risistemare l’ex motorizzazione civile, lungo il Po, nella zona delle canottieri. Appartengono al Dna anche i giovani che, anni fa, facevano l’alba sulle gradinate delle canottieri cantando in riva al Po. Pavia celebra la festa del Ticino: per creare un’atmosfera suggestiva lungo il fiume bastano alcune idee, come l’uso dei lumini, e un festival di musica che si rivolge alle nuove generazioni. Cremona da anni invece non riesce ad attrarre i giovani, spesso costretti al pendolarismo o a lasciare la città, per studio e per lavoro.

Una risposta a "Progetti per i giovani, sono subito critiche"

  1. Vorrei precisare che le mie idee politiche e sociali sono molto distanti dalla Lega e che, durante le ultime elezioni comunali, ho prestato la mia esperienza professionale al Dottor Alessandro Zagni, solo perché si era mostrato particolarmente interessato alle mie strategie di marketing culturale rivolte al pubblico giovanile, un programma che poi è stato apprezzato anche da chi ne ha letto il contenuto attraverso i media. Ma lui non è stato l’unico in ambito politico a beneficiare gratuitamente della mia consulenza e, come si dice, qualcuno ha la memoria corta nonostante ne abbia tratto dei grandi vantaggi. Cremona è così: prende quello che può, non gratifica mai, non ringrazia, dimentica ma conserva e apre il cassetto delle idee altrui in tempi meno sospetti.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...