L’Ona onlus insorge a difesa di Dilda

Come ho potuto credere che dare evidenza alle diverse sensibilità all’interno dell’Ona onlus (Osservatorio nazionale amianto) fosse lecito? Se una dirigente nazionale dell’Osservatorio, Antonella Franchi, incalza il coordinatore cittadino Danilo Dilda (“dovevi essere tu a dire che la bonifica va fatta a scuola chiusa” dice un commento su Facebook) non posso assolutamente scrivere che c’è differenza. In realtà la differenza c’è: Dilda tende a mettere in luce la collaborazione con le istituzioni, altri esponenti, come Ivano Bonoldi, collaborano ma polemizzano con vivacità, considerata la realtà del pericolo costituito dall’amianto. Sembra però che chi fa risaltare il dibattito vada immediatamente messo a tacere e indotto a chiedere scusa come se il confronto interno fosse un autentico pericolo. Così, appena visto il titolo “Ona onlus, stoccata a Dilda” ecco arrivare la richiesta di rettifica, pena il ricorso ad Autorità competente da parte del presidente nazionale dell’Ona onlus Ezio Bonanni!

Una stoccata è un gesto sportivo, non un disonore: chi la subisce non è sconfitto né umiliato, ed è anche una puntata polemica. Non sarà quindi Danilo Dilda il protagonista dell’aria della Calunnia del Barbiere di Siviglia. Non è stato calpestato né umiliato.

L’Ona onlus è convinta che l’assessore Andrea Virgilio abbia sbagliato nel dire che “non ci sono rischi”, perché ci sarebbe sempre pericolo di aerodispersione delle fibre. Quando l’Ona onlus entra in Comune con i suoi uomini – Dilda e Bonoldi visto che non ci sono quote rosa – ha a che vedere con il sindaco e il dirigente Carletti. I quali insistono: non ci sono rischi nella scuola Trento Trieste. E’ giusto quindi che l’Ona onlus discuta al proprio interno: il risultato va ottenuto, come in tanti altri casi, vista la grande lentezza delle istituzioni nel fare le bonifiche. Fortunatamente il Comune di Cremona, come la Provincia di Cremona, si è attivato, come riconosciuto da Dilda e anche da Bonoldi. L’amianto comunque uccide anche nel mondo della scuola: 75 deceduti censiti dall’Ona in Italia.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...