L’anima della città è privata

La filantropia fa parte del modo di agire di un industriale, non è una novità su questo pianeta; il Comune però riesce a gestire un mecenate così forte, rispetto alle piccole dimensioni della città, come l’industriale Arvedi, mantenendo la propria autonomia decisionale? No, da quel che si è compreso. Un monumento – un violino d’acciaio alto otto metri più il basamento – che s’intitola per iniziativa privata “L’anima della città”  – non viene valutato né tecnicamente né politicamente, viene autorizzato dalla Soprintendenza, i cittadini non sono coinvolti, la liuteria e il violino diventano dopo numerose altre iniziative simbolo di una città, i cui abitanti però hanno tutt’altro per la testa (dopo anni di crisi economica si capisce); alcuni cittadini, poi, vorrebbero partecipare di più alle decisioni, ritrovandosi realizzate una serie di vistose e costose opere pubbliche (sottopassi e sovrappassi) che hanno apportato, non sempre a ragione, più polemiche e tensioni che benefici riconosciuti da tutti. Il Comune è poi entrato in diverse alleanze e collaborazioni con i privati e le grandi società (A2A innanzitutto) percepite come potenze estranee. Una città dilaniata dalle contrapposizioni è solo un agglomerato litigioso. Il mega violino di Giorgio Palù, che appare squarciato, quindi appare appropriato. All’architetto Giorgio Palù un augurio mediante un antico detto greco: chalepà tà kalà. Cremona, però, ha bisogno di un progetto ampiamente condiviso.

Il testo di ieri 30 settembre 2016 su http://www.telecolor.net

Rassegnazione, amarezza, dubbi in commissione paesaggio, ma non all’interno della giunta Galimberti. Infatti la pratica per l’autorizzazione dell’enorme violino d’acciaio dell’architetto Giorgio Palù, intitolato “L’anima della città”, è stata approvata dalla Soprintendenza, che ha considerato la compatibilità con la statua a Giuseppe Garibaldi. Il monumento all’Eroe dei due mondi, nel cuore del piazzale della stazione ferroviaria, è tutelato da un vincolo.

Il dirigente Marco Pagliarini ha chiesto alla Soprintendenza di pronunciarsi, e il 27 gennaio è arrivato il parere positivo: il super violino, donato e interamente pagato da un privato, è compatibile con la statua di Garibaldi. Quindi il dirigente ha scritto una relazione, che è stata comunicata in giunta dall’assessore alla rigenerazione urbana Barbara Manfredini. E la giunta si è fidata della Soprintendenza: la commissione Paesaggio ha saputo in ritardo del parere positivo del 27 gennaio, si è sentita scavalcato, così l’architetto Massimo Terzi il 2 settembre ha scritto un’email confidenziale all’assessore all’urbanistica Andrea Virgilio, con il quale la commissione si confronta continuamente. I giochi però erano già fatti. L’amministrazione non ha espresso alcuna propria valutazione: i cittadini si sono ritrovati a non poter valutare un’opera intitolata “L’anima della città” . La preoccupazione a questo punto è che il Comune non esprima più un suo potere decisionale autonomo e che le iniziative private vengano accettate senza nemmeno una valutazionte tecnica. L’architetto Michele De Crecchio infatti lo sostiene amaramente: “Sembra che in città oggi manchi un controllo coerente degli interventi edilizi sia per carenza della Soprintendenza sia per carenza dell’amministrazione comunale. I nuovi interventi edilizi, anche quelli di minima dimensione, come le insegne e le tinteggiature, lasciano molto perplessi, e si ha l’impressione di un cedimento totale da parte dell’amministrazione comunale di fronte a uno dei suoi compiti fondamentali, ben presenti in passato sin dal Settecento, vale a dire il controllo del decoro urbano. Assistiamo a uno sfascio della sensibilità estetica per il contesto urbano: una tendenza che purtroppo sta peggiorando”.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...