Impegno forsennato per la liuteria, ma cui prodest?

“A Cremona c’è ciò che messo tutto insieme non si trova altrove nel mondo – E’ il sindaco Gianluca Galimberti ad esprimersi così, e aggiunge anche il motivo di questo tono roboante: “Questo vuol dire appetibilità turistica, culturale ed economica incredibile”. Ma davvero? Eppure sono virgolettati del sindaco, parte integrante di un comunicato della sua portavoce. Cremona ha una “appetibilità turistica, culturale ed economica incredibile”! Galimberti è riuscito a pronunciarsi così in un un convegno (“Strumenti musicali, un’eccellenza dell’artigianato artistico italiano”) organizzato dalla Cna a Roma al Senato, nella “Sala degli Atti parlamentari della Biblioteca del Senato“.

Chiusi in un bunker per sopravvivere alla martellante propaganda del Sistema Cremona
Chiusi in un bunker per sopravvivere alla martellante propaganda del Sistema Cremona

Galimberti sostiene il Sì al referendum costituzionale: se avrà ragione potrà quindi diventare senatore, da sindaco. E che sindaco! Invece di impegnarsi per i cittadini del suo Comune, dedica energie impressionanti alla promozione della liuteria! Con tutto il rispetto per l’artigianato professionale e il prestigio della liuteria cremonese nel mondo, non s’è mai sentito che la liuteria trasformi una città, e nemmeno che Cremona abbia quelle immense qualità dal punto di vista turistico, culturale ed economico! Galimberti però insiste col Sistema Cremona, legando ormai ufficialmente l’immagine internazionale di Cremona, nelle relazioni internazionali, alle iniziative condotte col museo del violino, CremonaFiere, centro di musicologia Stauffer e istituto Monteverdi. E i cittadini? Non fanno parte di questo Sistema Cremona, che rimane un accordo fra istituzioni, un’élite che intende rappresentare l’intera città a sua insaputa. Non c’è partecipazione popolare e quindi questo Sistema Cremona è come un bunker delle istituzioni, calato dall’alto per combattere una battaglia cui la popolazione non partecipa e dalla quale non ha sinora tratto beneficio, perché liuteria e studio del suono sono caratteristiche sì prestigiose tutta non in grado di trascinare una città. E Cremona non è una città della musica.

Galimberti, però, da insegnante continua col proprio atteggiamento professorale e non accetta alcuna critica. Il sistema Cremona e l’impegno scatenato per promuovere la liuteria sono così lanciati che non si possono più fermare.

“Per questo, oltre a lavorare sul consolidamento del Sistema – ha ancora aggiunto il sindaco – stiamo portando questo Sistema nel mondo, portando con noi l’intero paese in collaborazione sempre più stretta è strutturata con Regione e Governo”.

Segue il comunicato, che nel titolo parla di marchio rafforzato e sostegno ai luitai: “Così la nostra liuteria è competitiva nel mondo”

Sistema Cremona, marchio rafforzato e sostegno ai liutai: così la nostra liuteria è competitiva nel mondo

Le novità del distretto culturale e il percorso in atto dentro la nuova Governance della liuteria per rafforzare la certificazione della produzione liutaria legandola a incentivi e servizi all’artigianato artistico dei maestri liutai. Sono queste, in sintesi, le azioni presentate dal Sindaco del Comune di Cremona Gianluca Galimberti, invitato a parlare al convegno ‘Strumenti musicali, un’eccellenza dell’artigianato artistico italiano’ organizzato da CNA nazionale a Roma nella Sala degli Atti parlamentari della Biblioteca del Senato. Una occasione importante per parlare del Sistema Cremona e di quanto è in atto per la valorizzazione, la tutela e il rafforzamento del saper fare liutario cremonese, patrimonio dell’umanità. “Per la nostra città e per il nostro territorio – ha detto il Sindaco Galimberti – è ormai irrimandabile questa domanda: come possiamo rispondere alla competizione mondiale e mantenere e implementare i numeri molto positivi dell’export di strumenti musicali di Cremona? C’è una sola risposta: innalzando la qualità, mantenendo alto il livello del nostro artigianato artistico”.

“Per farlo – ha proseguito il sindaco – ecco cosa stiamo facendo. Stiamo completando il distretto della liuteria: sono partiti due nuovi corsi di laurea in città, il primo in Italia in Conservazione e Restauro di strumenti musicali e scientifici e il biennio di Ingegneria acustica, e stiamo potenziando il sistema formativo legato al trinomio musica, suono e liuteria, con il rinnovo del progetto Innovazione della Scuola Liuteria e il rilancio avvenuto dell’Istituto Monteverdi con la Civica collegata alle scuole e la statizzazione (contiamo a breve) del Pareggiato”. 

“Non solo – ha detto il Sindaco – Stiamo facendo un percorso sull’elemento centrale, ovvero l’ampliamento della certificazione dell’artigianato artistico liutario. Dobbiamo certificare non un violino, ma la bottega e su questo stiamo lavorando con la governance di liuteria per rafforzare il regolamento sul marchio attualmente in uso e a partire dalle sue positività. Ma non basta: stiamo lavorando ad un pacchetto di incentivi fiscali locali, e speriamo regionali e governativi, per chi aderirà a questo marchio rafforzato. E a queste agevolazioni, vogliamo affiancare servizi per esempio sull’inserimento di giovani in bottega e sugli studi da parte dei laboratori di ricerca del Museo del Violino”.

“Il nostro distretto – la conclusione del Sindaco – ha caratteristiche che vanno oltre il distretto. A Cremona c’è ciò che messo tutto insieme non si trova altrove nel mondo. Questo vuol dire appetibilità turistica, culturale ed economica incredibile. Per questo, oltre a lavorare sul consolidamento del Sistema, stiamo portando questo Sistema nel mondo, portando con noi l’intero paese in collaborazione sempre più stretta è strutturata con Regione e Governo”.

Sono intervenuti al convegno anche il professor Fabio Antoldi dell’Università Cattolica che ha presentato la ricerca del Cersi dal titolo “La produzione e l’export italiani di strumenti musicali e artigianali” condotta per conto della CNA, Fausto Cacciatori, conservatore del Museo del Violino e Vicepresidente CNA nazionale e Raffaello Vignali, Deputato Segretario dell’Ufficio di Presidenza della Camera. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...