“Vi porteremo in motonave sul Po fino a Venezia”

CREMONA E’ riapparsa stamattina l’altra Cremona, quella del Po, della mobilità dolce e della navigazione fluviale, l’alternativa più suggestiva, turistica ed ecologica, e più vantaggiosa per il trasporto delle merci, così poco praticata dopo le grandi promesse del secolo scorso. Stamattina al porto canale l’assessore Andrea Virgilio ha definito “molto incoraggianti” i risultati di quest’anno, mentre per il 2017 entreranno in acqua nuove motonavi e pontoon. Le statistiche parlano di 82 navigazioni e 4.206 passeggeri, per il progetto “Armonie del Grande Fiume”. L’alternativa delle vie d’acqua è stata perseguita con ostinazione dai Comuni dell’asta del Po: Gerre de’ Caprioli, Stagno, San Daniele, Casalmaggiore e Spinadesco, oltre che dall’associazione delle Canottieri e dalla Camera di Commercio. Negli ultimi anni la qualità dell’acqua appare però migliorata, rispunta il desiderio di rilanciare il turismo fluviale  e Cremona riprova timidamente a investire con gli altri enti locali e Navipo.

Quest’anno per la motonave Barbie la stagione è iniziata subito dopo Pasqua, in anticipo rispetto all’anno scorso, mentre l’altra motonave, Luccio, si è attivata da maggio anche con attività didattiche, ricreative e di animazione. Oltre alle serate musicali in concomitanza con i Giovedì d’estate, è stata apprezzata la navigazione con sosta sulla spiaggia del Cristo per un aperitivo al tramonto. Prevalgono i viaggi brevi, di due ore, ma il tragitto Cremona-Casalmaggiore è stato gradito dal pubblico, e il vero obiettivo, per il futuro, è il viaggio fino a Venezia, che consentirebbe di dare una svolta al turismo fluviale, che finora dà a Cremona un ruolo molto marginale, perché il tratto fino a Mantova non è navigabile. Venezia rimane per ora un miraggio, anche se ci sono già alcune manifestazioni d’interesse. Per il 2017 è previsto il varo di due motonavi, Anguilla e  Storione, e saranno rinforzati i collegamenti con il Piacentino e il Lodigiano. Il prossimo anno sarà varato il pontoon Carpe Diem, e il Molo53 diventerà il punto di smistamento e di ristoro per la navigazione sul Po. Il 2017, per il sindaco Gianluca Galimberti, dovrà essere un anno di maggiore impegno, grazie alle proposte didattiche in collaborazione con le scuole e i musei del territorio e la valorizzazione delle caratteristiche enogastronomiche. E’ per il 2017 la nuova grande promessa: l’inserimento di Cremona nel circuito internazionale Locarno-Venezia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...