La crisi che non si vede e il fondo di solidarietà di cui non si sa più nulla

CREMONA Nel dicembre di due anni fa l’amministrazione Galimberti presentava il Fondo di solidarietà “da alimentare con il contributo di tutti”, proposto dai sindacati, che si erano attivati assieme all’amministrazione Perri. Nel giro di un anno il fondo per il sostegno delle situazioni di fragilità, causate dalla pesante crisi economica era diventato realtà, per dimostrare capacità di intervento dal basso, con l’aiuto dei cittadini alleati con il Comune. Il funzionamento del teleriscaldamento, le bollette troppo alte rispetto al reddito o alla disoccupazione, assieme al rischio di sfratto erano discussi frequentemente: Luigi Amore, ex assessore, chiede che fine ha fatto il fondo di solidarietà e perché in un anno la commissione welfare sia stata convocata di rado e a volte solo per questioni tecniche. Il dibattito sullo stato sociale è stato azzerato, come se per magia non ci fossero più problemi per nessuno. Il Comune, secondo la critica di Amore, sembra quindi aver rinunciato al proprio ruolo per mettere in primo piano i bonus del governo. In realtà il dramma della fragilità sociale resta pesante, come dimostrano proprio i contributi arrivati dalla Regione, in base a una legge nazionale, per il contrasto della morosità incolpevole.

L’acconto 2016 incassato dal Comune in questi giorni è di 183mila euro per evitare gli sfratti, di cui si parla solo nell’ambito di riunioni riservate in Prefettura. La crisi quindi è acuta ma è messa sotto silenzio. Intanto la nuova legge regionale sui servizi abitativi è diventata realtà: anche i privati possono mettere a disposizione case popolari e in caso di difficoltà le famiglie potranno rivolgersi alle banche. E’ un’impostazione molto criticata dal comitato Antisfratto, che prepara la partecipazione alla manifestazione nazionale di Roma il 27 novembre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...