Deflusso minimo dei fiumi: è già allerta siccità

CREMONA L’allarme siccità sarà ancora più facile, dal momento che la Regione, al termine del periodo di monitoraggio, dopo dieci anni di discussioni, ha deciso di determinare il Deflusso minimo vitale che dovrà essere sempre rispettato, ovunque, su tutti i fiumi lombardi. Al di sotto di un dato preciso, stabilito chilometro per chilometro, il livello non dovrà scendere e dunque prelevare acqua per irrigare diventerà impossibile, se i fiumi arriveranno in provincia di Cremona già al livello minimo.

Il direttore del Consorzio irrigazioni cremonesi Stefano Loffi ha di nuovo gettato il sasso nello stagno, in vista dell’assemblea consortile di sabato, considerata la gravità dell’argomento e la lotta che ad ogni siccità ingaggiano le associazioni professionali agricole e tutti i consorzi irrigui. Il territorio cremonese si trova a Sud e attinge per ultimo, spesso vittima dell’accaparramento, sia legale che abusivo. Il Consorzio irrigazioni ha infatti segnalato “l’indiscriminato prelievo da pozzi, in gran parte abusivi”. Salviamo il paesaggio da parte propria ha notato il gran numero di pozzi non autorizzati dall’amministrazione provinciale: il sistema idrico dunque potrà servire sufficientemente le irrigazioni? Non si può dimenticare la cementificazione, che ormai manda in tilt il reticolo minore: si verificano allagamenti dove non ci sono mai stati. I fattori negativi sono diversi e Maria Grazia Bonfante li fa notare. Ci sono troppe centrali idroelettriche in provincia e in Lombardia: la Regione stessa ha chiesto una moratoria, per evitare una centralina persino sul torrente Vertova, un affluente del Serio. Uno dei comportamenti illegali, lo sversamento di liquami nei corsi d’acqua, è dannoso perché toglie ossigeno e rende impossibile la sopravvivenza ai pesci. Finché l’acqua è considerata come una risorsa economica, l’effetto potrà essere la paralisi dell’agricoltura in caso di siccità. Occorrerà quindi stabilire e osservare regole per la tutela sia della risorsa idrica che dell’ambiente in generale, mentre i cambiamenti climatici costringono il territorio intero a un riesame complessivo dei comportamenti da adottare, tanto più dopo l’improvvisa piena del Po. L’assemblea di sabato è quindi molto attesa, non solo per il bilancio del consorzio di via Battisti.

Una risposta a "Deflusso minimo dei fiumi: è già allerta siccità"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...