Tre ore di ritardo sul Brescia-Parma

CREMONA Anno difficile per i pendolari, tormentati anche ieri da un guasto a un treno a gasolio sulla Brescia Parma, che transita in provincia di Cremona nel Casalasco, con un’odissea durata tre ore, ma in diversi casi anche per chi vive in prossimità delle linee ferroviarie. Ieri la corsa delle 16.55, che doveva arrivare a Parma alle 18.50 a Parma, è invece giunta a Colorno alle 18.30, senza però ripartire per un guasto. Alle 19.15 i passeggeri sono stati fatti scendere, si tratta spesso di studenti universitari che si trasferiscono per una settimana a Parma. Il bus sostitutivo è arrivato a Colorno alle 20.20 e alla fine il ritardo è stato di ben tre ore. Dario Balotta, di Legambiente Lomabardia, ha commentato con scandalo il grave disservizio tra la seconda città lombarda e la seconda città emiliana, mentre a Brescia è stata portata l’alta velocità. Due pesi e due misure anche a Cremona, dove Italobus permette il collegamento con i treni ad alta velocità di Reggio Emilia per chi vuole visitare i musei cremonesi, e invece in via Barosi e via Sesto gli abitanti hanno subìto i fumi eruttati dai motori diesel e i rumori delle corse notturne, al punto che il Comune grazie a un accordo con Rfi ha dovuto costruire barriere antirumore, ma la vegetazione da usare come compensazione ancora non c’è. L’assessore Alessia Manfredini e la presidente del consiglio comunale Simona Pasquali stamattina hanno rassicurato i residenti, assieme al dirigente di Rfi Michele Di Marcione, che gli interventi saranno eseguiti nella prossima primavera. Le lamentele continuano però contro il sottopasso di Picenengo, realizzato da privati a loro stretto uso e consumo d’accordo con Reti ferroviarie italiane. Legittima scelta, che però la società Rfi ha compiuto senza informare il Comune: così non c’è stata nessuna intesa con i privati e l’uso pubblico del passaggio, nella zona tra Cavatigozzi e Cremona, resta un’utopia. La richiesta arrivata da Cavatigozzi era di collegare almeno la nuova ciclabile, il cui secondo e ultimo lotto sarà completato l’anno prossimo. Anche oggi un altro ritardo di un quarto d’ora sulla Brescia Parma, e inoltre venti minuti già alla partenza sulla corsa Milano Porta Garibaldi-Cremona. Stamattina altri 13 minuti fuori orario sulla Mantova Cremona Milano. E continuano sui gruppi creati dai viaggiatori sul Web le segnalazioni di gruppi di viaggiatori senza biglietto. Sulla Cremona Brescia è invece diminuita la frequenza dei treni diesel, che compaiono soprattutto per sostituire quelli elettrici in caso di guasto.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...