Festa in centro, bollette pazze nelle case popolari

 

CREMONA Al posto del cenone di Natale una minestrina, e invece del brindisi di Capodanno le bollette da pagare, arrivate tardi, dieci giorni dopo la scadenza, ma il problema non è solo postale: mancano i soldi. Ci vogliono 200 euro per tre mesi di energia elettrica e 64 euro per il gas da cucina, in attesa del conto del teleriscaldamento: pagheranno in buona parte se non tutto i servizi sociali, perché il lavoro non s’è trovato, cinquant’anni sono sempre troppi o troppo pochi. A Borgo Loreto, in piazza dei Patrioti, come in altri quartieri popolari, nella Cremona delle grandi promesse elettorali, va così. L’assistente sociale può consigliare di andare alla mensa della Caritas o della San Vincenzo, in viale Trento Trieste. C’è però chi resiste solo tre giorni, in mezzo a lingue e abitudini diverse e anche liti fra immigrati di diversa provenienza, per preferire poi l’ospitalità di un amico, finché può. L’amministrazione comunale da parte propria insiste con la comunicazione di un’immagine unitaria e fa sapere che “sono stati allestiti 12 alberi di Natale per simboleggiare l’unità e la coesione tra il centro storico e le periferie”. Iniziativa che però, all’interno di alcuni comitati di quartiere, non è stata apprezzata da tutti: alcuni avrebbero preferito più spesa sociale e meno simboli di festa. Così, non tutti se la sentiranno di festeggiare stanotte in piazza Stradivari, per brindare col sindaco Galimberti e l’assessore Barbara Manfredini, alla musica di un dj. Per non pochi cremonesi il 2016 non è stato felice.

L’altro ieri il direttore delle politiche sociali Lamberto Ghilardi ha dovuto stanziare 77mila euro per il contrasto della morosità abitativa. I contributi saranno versati dopo la firma di un contratto che impegna gli utenti a compiere comportamenti virtuosi. Ogni settimana si presenta una famiglia a rischio sfratto, che i servizi assieme alla Prefettura riescono a evitare. Fra una miriade di interventi del welfare, il Comune il 28 dicembre ha messo a disposizione altri 15mila euro in buoni per anziani, portatori di handicap, voucher minori e grandi fragilità. In via Cattaneo, ancora a Borgo Loreto, il Comune sempre in questi giorni ha dovuto cambiare il sistema di riscaldamento centralizzato in 29 alloggi, ormai vetusto e causa di guasti non più riparabili, con consumi che non si potevano più nemmeno calcolare correttamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...