Statua della libertà in fuga dagli Stati Uniti

La statua della Libertà dovrà salire su una zattera e fuggire dagli Stati Uniti: quella terra è ostile agli spiriti liberi, a chiunque voglia praticar princìpi costituzionali, confidando in regole accettate e condivise dai tempi in cui il sole della ragione pose fine alle pulsioni medievaliste.

Tre ordini del presidente degli Stati Uniti, tre editti imperiali, urlano la ferma volontà oscurantista e nazionalista del leader involuzionista.

24trump-1-videosixteenbynine1050

Gli Stati Uniti escono dal Tpp, il trattato Trans-pacifico, mai ratificato, mai entrato in vigore, ma il leader della folla minoritaria ed estremista vuole che le aziende americane producano solo in patria per i connazionali. Non saranno poi erogati fondi alle Ong che operano nel terzo mondo e danno informazioni alle donne su come praticare l’aborto: è dal 1984 che gli Usa non applicano una norma simile. L’aborto è sì terribile, ma ci sono casi particolari in cui solo la donna può decidere, dato che ne va della vita e del possibile figlio. Decisioni assai delicate, che però Trump impone d’imperio. Il terzo ordine testé firmato dal re con la corona di traverso, il lettore di Mussolini, tanto apprezzato da Beppe Peppino Peppiniello Grillo, che lo crede un moderato, sfigurato dai mass-media che l’avrebbero deformato in estremista, è l’ordine che congela le assunzioni del governo federale, con l’eccezione delle forze armate. E così inizia ad attuarsi il programma dell’assumere americano e del comprare americano, purché americano, senza badare alla qualità, che può essere straniera, al merito, all’uguaglianza di tutti gli uomini davanti alla legge, per la quale gli Stati Uniti combatterono una guerra di Secessione e poi, ai tempi di Lincoln, abolirono la schiavitù. L’involuzione arrotola il nastro del tempo: si torna indietro quanto più possibile. Darà mai Donald Trump l’ordine di camminare a quattro zampe? Si potrà ancora camminare con la caratteristica, umana e solo umana posizione eretta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...