La giunta approva l’ampliamento in area ex Feltrinelli

CREMONA – Via libera dalla giunta Galimberti anche alla convenzione con la società Acquamarina di Milano, rappresentata da Nicola Cescon, che potrà così costruire tre nuovi fabbricati a destinazione commerciale accanto al centro commerciale CremonaPo, in via Sesto. Scaduto nel 2013 il piano integrato d’intervento “Parco Polifunzionale Ex Feltrinelli”, la superficie del nuovo intervento è stata ridotta da 19mila metri quadrati a 11mila. Dai nuovi cantieri potranno sorgere nuovi parcheggi pubblici da 5mila metri quadrati, che vengono ceduti al Comune di Cremona, giardini da 1.290 metri quadrati, anch’essi ceduti al Comune e la riorganizzazione dei collegamenti pedonali e ciclabili in via Sesto e altre opere. Il valore delle opere di urbanizzazione primaria supera il mezzo milione di euro.

La convenzione viene giustificata dalla giunta perché l’ampliamento del centro commerciale è già previsto dalla variante al Piano di governo del territorio approvato dall’amministrazione Perri, che prevedeva una nuova media struttura commerciale da 2.500 metri quadrati in via Sesto. Si tratta di uno dei 32 ambiti di trasformazione che la nuova amministrazione non ha fermato, malgrado le attese degli ecologisti, pur non attuandoli tutti soprattutto a causa della crisi. Il Parco polifunzionale ex Feltrinelli prevedeva inizialmente opere di urbanizzazione primaria per un valore di 6 milioni e 760mila euro.

Dopo via Cà del Ferro, già approvato la settimana scorsa, e via Postumia, altro intervento edilizio per un nuovo quartierino residenziale, la corsa al mattone continua, realizzando iniziative già previste dall’amministrazione precedente. L’assessore Andrea Virgilio ha sottolineato più volte la prevalenza dei lavori di ristrutturazione sul consumo di suolo effettivo, che in ogni caso continua ogni anno, anche se la popolazione non aumenta. Nelle settimane scorse i commercianti del centro hanno manifestato di nuovo grande preoccupazione: il centro storico non diventa un centro commerciale, anzi si svuota poco per volta, mentre la città di Cremona sembra non riuscire a promuovere la propria identità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...