Automobilisti più indisciplinati: più multe e più incidenti nel 2016

I vigili sono pochi: potendo, il Comune e il comando di piazza della Libertà indirebbero un concorso. Mancano 14 agenti e 3 ufficiali a completare la pianta organica, che prevede una novantina di persone: sono invece 74 tutti compresi, di cui 5 a tempo determinato, e l’età media è 52 anni. Le attività si specializzano: il dato dei 437 evasori di tributi locali trovati nel 2016 è pesante, e cresce anche l’attività della polizia ambientale, così come la “sicurezza partecipata”, o “Controllo del vicinato”, che sta dandi risultati positivi. Il traffico automobilistico invece peggiora e diventa pericoloso.

 

 

CREMONA L’assessore Barbara Manfredini, assieme al comandante Pierluigi Sforza e al vice Roberto Ferrari, ha presentato e commentato l’attività della polizia municipale nel 2016. Le multe sono aumentate: 800 in più nel 2016 rispetto all’anno precedente, arrivando a 50.863, spalmate su un numero di strade, 547 e non più 505 come nel 2015, e sono diventate più leggere, con un importo medio di 34 euro anziché 40, anche perché molti cittadini pagano entro i cinque giorni, evitando che l’importo aumenti. Buona parte delle sanzioni, poi, sono date per violazioni minori, come il divieto di sosta. In tutto, i punti tolti alle patenti sono stati 8.600. L’incasso totale, per la polizia locale e il Comune, in un anno è sceso da 2,4 milioni a 2,1. Gli automobilisti sono più indisciplinati, al punto da far di nuovo crescere il numero di incidenti: il primato negativo è di via Castelleone, mentre in via Mantova l’infortunistica lavora meno, grazie alla nuova rotatoria all’incrocio verso lo Zaist. La polizia locale lavora per prevenire: in via Castelleone sarà rivista la viabilità, dato che parte degli incidenti è connessa alle inversioni di marcia a U, da una carreggiata all’altra nel tratto che riceve il traffico della Paullese: i varchi saranno chiusi. Altre vie diventate più pericolose sono via Bergamo, via Seminario lungo la tangenziale, via Giuseppina e via Giordano.  Gli incidenti sono stati 675, due al giorno in media, di cui 362 con feriti. Per trovare un dato peggiore bisogna risalire al 2014: la tendenza consolidata però, considerando i dati dal 2001, parla di diminuzione. Barbara Manfredini sottolinea che “non sono solo multe”: la polizia locale, con un’attività variegata, ha ottenuto un consenso ampio e silenzioso, dimostrato anche dallo scarso numero di ricorsi, uno ogni 200 sanzioni, e dal numero crescente di interventi richiesti dai cittadini: da 7.600 a più di 8mila: spiccano i problemi legati alla sosta e ai passi carrai. Aumenta la partecipazione attiva tramite il controllo del vicinato, coordinato dai vigili, che ricevono più segnalazioni che in passato. Sono aumentate anche le pattuglie, 50 in più, a sfiorare le 7.800 (21 al giorno) per un totale di 305mila chilometri percorsi. Lavora di più la polizia ambientale, con ben 98 atti protocollati riguardanti il rumore e 112 per la gestione irregolare dei rifiuti. Grande impegno nell’educazione stradale: 37 le scuole coinvolte e 2.800 gli alunni. E il messaggio più chiaro è che il rispetto delle regole aiuta la convivenza civile, mentre la causa principale degli incidenti dipende dai comportamenti personali, più che da cause esterne: il peggior pericolo è la distrazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...