Acciaieria Arvedi autorizzata a scavare due nuovi pozzi

L’acciaieria Arvedi è stata autorizzata dal settore Ambiente dell’amministrazione provinciale a scavare due pozzi per la ricerca d’acqua a uso industriale e anticendio su terreni di sua proprietà nel territorio di Spinadesco, in seguito alla decisione presa durante la conferenza dei servizi del 12 dicembre 2016. Il prelievo dovrà essere corretto e razionale, misurato e controllato per mezzo di piezometri, con procedure adatte alla tutela della pubblica incolumità, come recita l’autorizzazione provinciale. I due nuovi pozzi – che figurano con i numeri 4 e 5 nell’allegato dell’autorizzazione, poiché l’industria siderurgica già è autorizzata all’approvvigionamento autonomo d’acqua – avranno profondità di 40 metri, diametro di 355 millimetri, portata di 30 litri al secondo. Le cementazioni sono previste in calcestruzzo e argilla idrorigonfiante, il materiale della colonna definitiva acciaio al carbonio.

dscn9198

Si tratta di pozzi autorizzati: in provincia però esiste un problema storico di escavazioni e prelievi d’acqua abusivi, per favorire le irrigazioni in un contesto regionale difficile da regolare. Secondo una stima, si parla di ventimila pozzi abusivi, fenomeno segnalato molto negativamente dal Consorzio irrigazioni del Cremonese (leggi qui), cui si aggiungono coltivazioni idrovore come il mais e politiche energetiche assetate d’acqua.

 

 

 

Una risposta a "Acciaieria Arvedi autorizzata a scavare due nuovi pozzi"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...