Differenziata al Cambonino, esposto all’Ats sui locali Aler

CREMONA In via Panfilo Nuvolone, al Cambonino, i sacchi dei rifiuti della differenziata vengono ammassati in un garage, dove l’igiene lascia a desiderare e gli odori trionfano insopportabili, soprattutto all’arrivo dell’estate, quando le famiglie dei residenti aprono le finestre del condominio accanto. Non manca chi rispetta le regole e chiede aiuto all’amministrazione, tuttavia in questi anni né i cartelli né le minacce di multe sono servite. Si sono trovati rifiuti gettati nei prati verdi, bottiglie di birra lasciate ovunque, pericolosamente, e tra gli abitanti delle case popolari della zona si fa anche sentire la rassegnazione. C’è però chi continua a battersi e a fare segnalazioni alle autorità. Su sollecitazione di alcuni residenti è stato il consigliere comunale dei Fratelli d’Italia Marcello Ventura a presentare nei giorni scorsi un secondo esposto all’Ats Valpadana, a tredici mesi di distanza dal primo. Nel maggio 2016 il dirigente della Prevenzione medica Ats, Salvatore Tuorto, aveva risposto al Comune, come fa sapere Ventura, “dando prescrizioni che ad oggi non sono state assolutamente rispettate”.

Il Comune da parte propria aveva chiarito che la proprietà di quei locali è dell’Aler e della Regione e che non avrebbe quindi potuto intervenire. Il solito ginepraio delle competenze contraddittorie che vietano la soluzione pratica. Il COmune si era detto disposto a collaborare con la Regione, l’Aler e l’Ats.

Due anni di lamentele e proteste dei cittadini non sono però bastate, neanche quando si parlava di topi, sporcizia e degrado. Ventura poi lamenta la “quantità esagerata di etnie parte delle quali mal si sopportano creando problemi”. Da mesi intanto gli abitanti  hanno chiesto un incontro al Comune senza ottenere risultati. I cartelli multilingue sono stati collocati da tempo, con divieti che non possono non essere compresi e tuttavia la realtà non cambia. Si vedono detersivi colare da un balcone, locali per la differenziata trasformati in piccole caotiche discariche al chiuso o a cielo aperto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...