Discariche Arvedi, l’ente Provincia chiarisce

Una nota dell’amministrazione provinciale, rispondendo ad alcune domande sulla situazione delle discariche di rifiuti provenienti dall’acciaieria Arvedi, conferma che la pratica di autorizzazione integrata ambientale, relativa alla proposta di discarica a Grumello, è sospesa. A Crotta D’Adda inoltre l’impianto gestito dalla società Cremona Ecologia, di proprietà Arvedi, è completato al 30%, non al 50%, dato che il volume complessivo, compreso l’ampliamento in corso, già autorizzato nel 2015 dallo stesso settore Ambiente della Provincia, è di un milione e 700mila metri cubi e oggi il volume dei rifiuti inerti è di poco superiore al mezzo milione di metri cubi. Non ci sono ulteriori richieste di ampliamento riguardanti Cremona Ecologia.
L’ipotesi di una nuova discarica di conseguenza si allontana nel tempo.
Uno dei probabili motivi, come ha spiegato Alessandra Barocci durante l’ultima riunione dell’Osservatorio Arvedi, è che una buona parte delle scorie presenti nel deposito di via Riglio a Cavatigozzi viene ceduta come sottoprodotto sul mercato, per completare il sedime stradale. La legge consente la trasformazione delle scorie in sottoprodotti: le scorie diventano rifiuti inerti solo successivamente, dopo un trattamento specifico.
Il riciclo dei rifiuti speciali e l’uso delle scorie come sottoprodotti possono ridurre la produzione dei rifiuti. Resta l’ipotesi di un ulteriore aumento di produzione dell’acciaieria, che, come già avvenuto in passato, potrebbe superare i limiti previsti dall’autorizzazione integrata ambientale: i dati della produzione consentita infatti sono stati aggiornati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...