In Italia il caffè è diventato troppo cattivo

Perché lei è emigrato da Vienna? Nella capitale austriaca ci sono università, scienziati che la possono capire, e in fondo è casa sua, si parla la sua lingua, ora invece è all’estero, a disagio.

“In Austria il caffé era cattivo” rispondeva Kurt Gödel, genio della matematica. Erano gli anni Quaranta.

Quel caffé lo serviva uno come Gramellini, adesso è chiaro.

Il criticabile Corriere però ha fatto una scelta: irritare un certo target, anche per mezzo del corsivista, che vuole uscire dalle situazioni difficili con battute alla Andreotti. Così “Cappuccetto Rosso” è il titolo di un incredibile pezzo su Silvia Romano.

Il giorno dopo il Corriere ha pubblicato un’altra tazzina di caffé, dove Gramellini scrive che lui in fondo sta con Silvia Romano. Ma ancor prima di schierarsi occorre comprendere, e ci vuole umiltà di fronte a una scelta di vita così seria e impegnativa, tanto più a poche ore dal sequestro. Come si può parlare di “smania di altruismo”? La smania è un desiderio irrefrenabile, morboso ma superficiale, o anche uno stato d’agitazione, mosso da un desiderio che diventa bisogno di compiere certe azioni. E’ uno stato in cui non si ragiona e non si è padroni di sè. Trattandosi di una ragazza sequestrata, questa è ironia molto scadente, da respingere. L’ironia è una maschera utile a rivelare una verità altrimenti non accettata: una maschera dialettica, che smaschera. In questo caso però non fa che rafforzare il pensiero dominante, borghese, di destra estrema. Gramellini ha sentito il bisogno di identificarsi con un pubblico che non accetta la cooperazione internazionale, quel pubblico che si interessa del Kenya solo quando ci va la Gregoraci, forse perché, chissà, vuole tornare con Briatore.  In Italia le pagine degli Esteri sono diminuite e si sono impoverite. L’Africa rappresenta una catastrofe, una sconfitta immensa e vergognosa per la cosiddetta civiltà occidentale, che non ha nemmeno il coraggio di prendere in considerazione i drammi di un continente di un miliardo e 200 milioni di abitanti, molto più importanti di quel che pensa il borghesuccio col suo piccolo pubblico, nel suo Paese salvinianamente chiuso su stesso, così da doversi confrontare col triste padre di famiglia che fa la “ramanzina” alla figlia cooperante in un posto pericoloso. Alla fine il Gramellini spiega che Silvia Romano è un “fantasma della giovinezza” di chi la critica. Insomma è una “giovane”, non una persona seria e matura. Questa è pessima ironia. In Italia il caffé è diventato troppo cattivo.

Una risposta a "In Italia il caffè è diventato troppo cattivo"

  1. Nel nostro paese una certa propaganda politica ha portato a identificare i migranti e i neri in generale come il Nemico. Di conseguenza chiunque collabori con loro, da don Biancalani a Silvia Romano, è perfino peggiore del Nemico stesso, perché ha tradito il suo popolo e quindi si meriterebbe un bel viaggio ad Auschwitzland. Accoglione infame, per te solo lame: questo il pensiero medio di chi è stato plagiato da tale propaganda.
    Purtroppo a fare da contraltare e da antidoto a tutta questa monnezza non c’è una propaganda di segno opposto altrettanto efficace: infatti dall’altra parte abbiamo la stucchevole retorica con cui una parte della sinistra vorrebbe convincerci che l’immigrazione di massa nel nostro paese è stata una gran botta di culo, e dovremmo festeggiarla unendoci tutti in cerchio a cantare We are the world.
    La verità? Sono demenziali entrambe le posizioni. Mi farebbe piacere che sul tema dell’immigrazione e degli aiuti umanitari si potesse discutere con equilibrio, evitando sia la visione manichea per cui noi siamo il bene e i migranti il male, sia quella altrettanto ridicola in base alla quale dovremmo stappare lo spumante per l’arrivo dei migranti, perché sono delle preziosissime risorse che ci pagheranno la pensione. Ma parlare di equilibrio in questo periodo storico, caratterizzato da un imbarbarimento e da un’incazzatura della popolazione mondiale con pochi precedenti nella storia, mi rendo conto benissimo che è pura utopia.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...