Via Postumia, il ricorso Arvedi ferma l’area commerciale

L’area commerciale rimasta virtuale

CREMONA L’amministrazione comunale deve vedersela con l’ennesimo ricorso al Tar, stavolta da parte di Giovanni Arvedi, che si oppone alla realizzazione di una struttura commerciale di fronte al centro sportivo di via Postumia che porta il suo stesso cognome. L’iniziativa è dell’immobiliare bresciana Ilex, che ha postato sul proprio sito la proiezione grafica del progetto del 2016, per illustrare come l’area cambierà aspetto. L’intervento fa parte del piano integrato Cittadella dello Sport, che comprende una piazza, un parcheggio e un’area commerciale, per un’estensione complessiva di 38mila metri quadrati. Il modello di questo piano integrato per la riqualificazione della zona risale all’ex vicesindaco Carlo Malvezzi, che avrebbe preso spunto dall’idea del nuovo stadio calcistico di Milano, con accanto nuove aree commerciali, con l’idea di finanziare le attività sportive mediante i proventi dell’attività commerciale. In via Postumia infatti era previsto anche un campo da rugby, che avrebbe realizzato chi avesse costruito anche la struttura commerciale. Inizialmente il piano regolatore non la prevedeva e il terreno era di proprietà privata. Il Comune l’ha acquisito e poi l’ha venduto con avviso pubblico: l’acquisto è stato compiuto dall’immobiliare bresciana. La procedura di vendita è iniziata durante l’amministrazione Perri ma si è conclusa all’inizio del primo mandato del sindaco Galimberti. Qualcosa sarebbe andato storto in quella fase d’interregno fra i due mandati, sicché Giovanni Arvedi ha presentato un ricorso al Tar contestandone la regolarità. La commissione Paesaggio da parte propria aveva criticato l’insediamento commerciale, perché non si sarebbe integrato con l’aspetto estetico del centro sportivo Arvedi. La conseguenza è che il ricorso al Tar ha finora bloccato i lavori. In via Postumia, intanto, prosegue la costruzione di altre due strutture commerciali: lavori criticati da diversi residenti, timorosi degli effetti di un aumento spropositato di traffico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...