Rigenerazione urbana, latitano gli investimenti privati

ENTRATA CREMONA Non arrivano segnalazioni per la rigenerazione urbana, malgrado i due avvisi pubblici che il Comune di Cremona aveva reso noti a fine giugno. La scadenza è del 31 agosto per l’avviso che consente di segnalare possibilità di recupero degli edifici dismessi con criticità, mentre per la rigenerazione di aree, ambiti ed edifici il termine è imminente, 30 luglio, e l’amministrazione punta sull’eventuale proroga che potrebbe essere concessa dalla Regione. E’ stato il Pirellone ad approvare la legge di rigenerazione urbana, numero 18 del 26 novembre 2019, apprezzata da chi intende dare una svolta, con l’obiettivo di tutelare l’ambiente, evitare il consumo di suolo e porre fine ai bilanci comunali impostati sul finanziamento della spesa corrente tramite gli oneri di urbanizzazione. Un sistema contestato in particolare da Salviamo il Paesaggio, perché fa dipendere la capacità di dare servizi ai cittadini dalle costruzioni edili che a volte si rivelano inutili, come dimostrano i molti edifici all’asta e invenduti.

I privati non collaborano e il Comune soffre

Spesso, inoltre, gli allagamenti sono effetto dell’eccesso di consumo di suolo. Cremona ha pubblicato i due avvisi pubblici un mese fa, nella speranza di stimolare gli investimenti privati, che però si stanno facendo desiderare. Le case vuote risulterebbero ben più di mille a Cremona. Anche Corte de Frati ha pubblicato l’avviso, altri Comuni invece no. Vescovato, ad esempio, non l’ha pubblicato, eppure ha 340 case vuote, piccolo Comune con oneri annui che arrivavano diversi anni fa a un milione e mezzo di euro, somma che si avvicina persino a quelle incassate negli ultimi anni dalla stessa Cremona. Nella graduatoria di Legambiente Lombardia, nel 2019 la provincia di Cremona ha fatto segnare il secondo maggior incremento regionale di consumo di suolo, 65 ettari, superata di poco in percentuale dalla sola provincia di Brescia, arrivata a 183 ettari cementificati in un solo anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...