Dati Arpa: nel giorno dell’incendio all’acciaieria Arvedi l’aria è più pulita

Le centraline Arpa di Cremona, in piazza Cadorna, e di Spinadesco oggi offrono dati di particolare interesse, perché ieri, 13 agosto, giorno dell’incendio presso l’acciaieria Arvedi, la qualità dell’aria risulta rispettivamente buona e accettabile, con un abbassamento del livello delle polveri sottili pm10 sulla media giornaliera di ieri rispetto a quella del giorno precedente. A Castelvetro Piacentino, ugualmente, la centralina di Arpa Emilia non rileva alcun problema, tranne il livello d’ozono, alto ma non oltre la soglia, come a Cremona: le polveri sottili pm10 sono nella norma. Sono centraline in grado di rilevare soltanto un certo tipo di particelle, con determinate dimensioni, quando si parla di pm10. Avevano ragione i Radicali, come ha ricordato Gino Ruggeri in un servizio di Telecolor: occorreva investire per un monitoraggio ambientale molto più raffinato, dopo la sentenza di primo grado a sfavore di alcuni manager della raffineria Tamoil di Cremona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...