Tag: multe

Multa fino a 500 euro a chi non fa la differenziata

C’è una Cremona profonda, radicata nel centro storico e in alcune delle vie principali, come Corso Vittorio Emanuele II, che non accetta la raccolta differenziata e insiste nelle pratiche meno virtuose, come l’abbandono selvaggio dei rifiuti, usando i cestini del centro come cassonetti. Nello stesso tempo il porta a porta ha fatto salire la percentuale dal 50 al 70 e la città è diventata più sporca.

Alcuni uniscono tutti i tipi di rifiuti nei sacchi che portano in uno dei contenitori della zona di palazzo Cittanova o in altri punti, altri espongono in anticipo di 24 ore sul marciapiede sacchetti e contenitori, che in alcuni casi, svuotati da Linea Gestioni, vengono poi riempiti dai passanti con bottiglie di plastica, mozziconi, biglietti di parcometri, carta e persino pannoloni. Chi sarà multato in questi casi? Il disagio della differenziata in centro così si somma alla carenza di cestini e all’abbondanza di comportamenti negativi. Chi preleva lattine e bottiglie dai distributori automatici lascia spesso i vuoti sui davanzali delle finestre o nelle fioriere, dove a volte le cartacce soffocano i fiori. “Perché devo impegnarmi tanto nella differenziata se poi sui marciapiedi si trova di tutto?” E’ una delle lamentele più diffuse. A un anno dall’estensione del porta a porta a tutto il territorio cittadino, il Comune gongola per il risultato del 70% e inizia ad applicare i primi bollini gialli e rossi, veri e propri avvisi che saranno seguiti dalle multe, salatissime, fino a 500 euro, a chi non fa la differenziata come si deve. Si replica a Cremona il sistema americano di sanzioni pesanti per cambiare le abitudini dei cittadini. I controlli saranno intensificati e da ottobre i sacchetti composti in modo irregolare oppure esposti troppo presto non saranno ritirati. D’altro lato al Comune e a Linea Gestioni sono arrivate lamentele: per l’umido sono stati chiesti tre passaggi alla settimana. Da parte propria il Comune ricorda, avendo notato che i rifiuti ingombranti a volte sono buttati sui prati, nelle zone periferiche, come a Cavatigozzi, che è possibile il ritiro a domicilio o al centro di San Rocco. Gli altri tipi di rifiuti possono essere conferiti al centro di raccolta di via dell’Annona